Home Adozioni Il momento tanto atteso
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

Il momento tanto atteso

Valutazione attuale: / 19
ScarsoOttimo 

momento_atteso

 

Autore: Monya Ferritti

Editore: Giunti 2011

 

Cosa è l’adozione? Cosa significa essere adottati? Quando un bambino può essere adottato?

Sono queste generalmente le domande a cui gli adulti (genitori, insegnanti, ecc.) devono rispondere quando arriva in classe un nuovo compagno dal Brasile, oppure entra nella propria squadra di pallavolo un bambino nato in Russia, oppure quando nostra figlia gioca spesso ai giardini con una bambina con i tratti orientali che i suoi genitori non hanno.

Il racconto “Il momento tanto atteso” vuole aiutare i genitori e gli insegnanti a rispondere a queste domande attraverso la storia di Sara, la piccola protagonista del racconto, che sta aspettando di partire per il Burkina Faso per andare a prendere il fratello adottivo.

Il libro, infatti, sebbene idealmente dedicato ai futuri fratelli e sorelle adottivi è pensato soprattutto per offrire uno strumento narrativo e iconografico utile a tutti quei bambini che non vivono direttamente l’adozione ma che in qualche modo ne sono prossimi.

In Italia, infatti, si formano circa 3000 famiglie adottive l’anno, la maggior parte di esse attraverso l’adozione internazionale. Ma cosa sanno della realtà dell’adozione gli adulti e i bambini che le famiglie adottive incontreranno? E’ probabile che non abbiano una reale sensibilità sulle specificità dell’adozione e per questo possono crearsi interazioni complicate: domande su veri/falsi genitori; sull’adozione come gesto di solidarietà o buona azione; sull’adozione destinata solo alle coppie infertili; sull’adozione di bambini fenotipicamente diversi o grandi, ecc.

Attraverso l’attesa di Sara sono rappresentati tutti i passaggi del percorso adottivo, dal conferimento del mandato all’Ente autorizzato al momento dell’abbinamento col bambino e le speranze, le aspettative, i timori che la bambina e i suoi genitori vivono durante questo lasso di tempo.

Il racconto è particolarmente indicato per introdurre il concetto di adozione e di famiglia adottiva in un contesto scolastico che si prepara ad accogliere un nuovo compagno che arriva da lontano, oppure quando amici o parenti stanno partendo per andare a prendere un figlio, ma anche in quei casi in cui l’adozione si incrocia appena in palestra o dagli scout e si vogliono fornire al proprio figlio gli strumenti per capire meglio una diversa forma di genitorialità.

Il momento tanto atteso”- in libreria dal 6 luglio 2011 - nasce dalla collaborazione con l’Associazione GenitoriChe, attenta ai temi legati alla genitorialità in tutte le sue declinazioni, e che si propone di far conoscere l’adozione anche a chi non ne ha esperienza diretta. Un’attenzione speciale è dedicata alla decostruzione degli stereotipi che riguardano le famiglie adottive e dei luoghi comuni sul mondo dell’adozione, per trovare un contatto fra due modelli familiari che solo apparentemente sono distanti: quello delle famiglie adottive e quello delle famiglie biologiche. Mondi diversi per modalità, tempi e costituzione della famiglia ma vicini nell’essere genitori.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.