Home 2011 The state of the world's children 2011
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

The state of the world's children 2011

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Il tradizionale Rapporto Unicef sulle condizioni dei bambini nel mondo - 2011 è quest'anno dedicato all'adolescenza "The state of the world's children 2011 - Adolescence an age of opportunity".

L'88% dei giovani dai 10 ai 19 anni vive nei Paesi in via di sviluppo e sono circa 1,2 miliardi di individui. L'obiettivo del rapporto è mettere in luce il diverso investimento della comunità internazionale sui giovani rispetto ai bambini fino ai 5 anni per i quali, grazie a politiche adeguate, è stato possibie ridurre la mortalità infantile del 33% dal 1990.

Occorre infatti consolidare ciò che è stato raggiunto per i bambini sotto i 5 anni ed estenderlo ai ragazzi oltre i 10 anni soprattutto nei settori dell'istruzione, della protezione e della partecipazione sociale. Infatti occorre rafforzare gli adolescenti attraverso la lotta alla povertà, alle disuguaglianze, alle discriminazioni sessuali. I giovani hanno molti punti di criticità: i matrimoni precoci, il lavoro minorile, la prostituzione minorile, l'accesso all'istruzione. 

 

L’impegno a favore di questa fascia di età, soprattutto delle ragazze, riduce il tasso di mortalità, migliora l’alimentazione e intensifica la lotta alla violenza e agli abusi. Ragazze forti rendono la società più forte e contribuiscono a superare povertà e disuguaglianze.

Ne Rapporto si suggerisce di adottare tempestivamente misure per rafforzare le nuove generazioni e porre le basi per un mondo di pace, tolleranza e giustizia, nel quale i giovani possano evolvere secondo le loro capacità.

 

Scarica Rapporto Unicef 2011 (EN)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.