Newsletter di GenitoriChe - n.7/giugno 2012
PDF Stampa
Fai clic qui per visualizzare online


logo-gche NewsLetter n. 7 - giugno 2012


IN EVIDENZA


Presentazione ad AOSTA

 

 

 

Sabato 7 luglio, alle ore 18.00, ci sarà la presentazione ad Aosta, presso la libreria Café-librairie Culture Alpine Francophonia – Piazza Roncas, del libro "Il momento tanto atteso", edizioni Giunti 2011.

 

L'incontro è organizzato dall'Associazione AGApe, Associazione Genitori Adottivi per esempio ... attiva in Valle d'Aosta. Interverrà l'autrice, Monya Ferritti, presidente dell'Associazione GenitoriChe e del Coordinamento CARE.

 

 

 

 

 

 

 



NEWS!

 

Il CARE sbarca sul WEB

E' online il sito del Coordinamento CARE, il Coordinamento delle Associazioni Familiari adottive e affidatarie, che comprende l'Associazione GenitoriChe fra i soci fondatori.

Il sito, dalla veste grafica rigorosa e di facile consultazione, si propone di informare sulle attività realizzate dal Coordinamento, di dare eco di ciò che le 18 associazioni aderenti realizzano nei loro territori e di raccogliere e organizzare il materiale di maggior interesse di chi, in Italia e fuori, si occupa di adozioni e affido.

 


Tra le recenti attività del Coordinamento CARE segnaliamo l'audizione alla Commissione Parlamentare sull'infanzia e l'adolescenza nell'ambito delle indagini conoscitive sull'attuazione della normativa in materia di adozione e affido.

 

La Commissione ha mostrato particolare attenzione per alcuni strategici suggerimenti proposti dal Coordinamento CARE, volti a sostenere le famiglie adottive e affidatarie, quali il riconoscimento della pari maternità per le lavoratrici atipiche, le agevolazioni fiscali per tutte le procedure pre-adottive e, soprattutto, per quelle di post-adozione. È stata condivisa la necessità di monitorare, quantitativamente e qualitativamente, in modo accurato e puntuale, il sistema dell'adozione nazionale einternazionale e l'affido, con una specifica attenzione all'individuazione di prassi che mettano in concreto al centro il benessere dei minori.

Maggiori informazioni sull'audizione del CARE qui

 

 

Scuola e famiglie adottive: dire, fare, raccontare

La rivista telematica Giunti Scuola Magazine si occupa di scuola e adozione con un'intervista a Monya Ferritti, presidente dell'Associazione GenitoriChe e autrice per Giunti del volume "Il momento tanto atteso".

Come la scuola può parlare e collaborare con le famiglie adottive?

Ecco la prima parte dell'intervista accessibile integralmente solo agli abbonati alle riviste Giunti dedicate alla scuola

Leggi tutto

 

 

 

 

 

 

 


 

ARTICOLI

 

 

Il primo e l'ultimo della classe

di Laura Tussi

Il ritratto del primo della classe non risulta impositivo, ma rappresenta tutto ciò che non ha l’ultimo della classe. Esiste un testo di Dino Provenzali intitolato “Manuale del professore perfetto”, edito nel 1921, in cui si ritrovano in maniera allarmante molti dei problemi aperti attualmente nella scuola.

Tutte le volte che vediamo riprodursi i problemi quasi identici non significa che niente cambia, che il mondo è sempre uguale, ma che un tempo vi erano enormi problemi aperti all’origine e che per quanto si sia fatto nel giro di un secolo non si è ancora trovata soluzione. Gli ultimi della classe sono in qualche modo una sintesi dei problemi aperti a livello sociale e scolastico. Il primo della classe è come un problema risolto, una questione che non sussiste più per gli insegnanti, mentre l’ultimo della classe è un fardello di contraddizioni e di interrogativi continuamente irrisolti. Leggi tutto


Bambini e adolescenti: affrontare il presente, costruire il futuro

Il 18 aprile 2012, è stata presentata a Roma, Palazzo Montecitorio, la prima Relazione annuale al Parlamento dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza "Bambini e adolescenti: affrontare il presente, costruire il futuro".

Il Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza è stato istituito il 22 giugno 2011, con l'approvazione del Disegno di Legge n. 2631 "Istituzione dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza".

La nascita della figura del garante dà attuazione all’articolo 31 della Costituzione oltre che a una serie di convenzioni e atti internazionali, fra i quali quella sui diritti del fanciullo di New York, la Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali e quella europea sull’esercizio dei diritti dei fanciulli.

Leggi tutto

A chi conviene barare ai test INVALSI?

di Paolo Sestito (Commissario straordinario dell’Invalsi)

Le prove Invalsi su base censitaria servono in primo luogo a dare a tutte le singole scuole uno specchio sulla propria specifica situazione. Ecco perché chi "imbroglia" fa del male innanzitutto a se stesso. Quest'anno l'Istituto non restituirà le prove nelle situazioni dove i dati non risultino affidabili e cercherà di migliorare la conduzione e i controlli sull'espletamento delle prove. Ma più che in un'attività di repressione, l'Invalsi si impegnerà a favorire una maggiore informazione e un più trasparente dibattito sul contenuto e sulle finalità del test.

Leggi tutto

Gruppo CRC: 5° Rapporto di aggiornamento sul monitoraggio della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia 2011-2012

Tra gli aspetti analizzati dal quinto Rapporto del Gruppo CRC presentato il 5 giugno 2012 a Roma, emerge che il nostro Paese si colloca ai primi posti in Europa per dispersione scolastica e incremento della poverta' e supera la media dell'Ue per minori a rischio poverta' o esclusione sociale.

 

Leggi tutto

Piano nazionale per la famiglia

Il 7 giugno 2012 è stato approvato il Piano nazionale per la famiglia ed è la prima volta per l'Italia che, contrariamente ad altri Paesi europei, non aveva ancora un Piano nazionale di politiche familiari, inteso come un quadro organico e di medio termine di politiche specificatamente rivolte alla famiglia, cioè aventi la famiglia come destinatario e come soggetto degli interventi. Hanno largamente prevalso interventi frammentati e di breve periodo, di corto raggio, volti a risolvere alcuni specifici problemi delle famiglie senza una considerazione complessiva del ruolo che esse svolgono nella nostra società, oppure si sono avuti interventi che solo indirettamente e talvolta senza una piena consapevolezza hanno avuto (anche) la famiglia come destinatario. In particolare, sono state largamente sottovalutate le esigenze delle famiglie con figli.

Il Piano nazionale per la famiglia si può scaricare qui



Il benessere scolastico nei bambini con difficoltà d’apprendimento

di Valentina Tobia (dottoranda di ricerca all'Università Milano-Bicocca, Dipartimento di Psicologia)

Gli adulti che entrano quotidianamente in relazione con bambini e ragazzi con difficoltà d’apprendimento, come i loro genitori e insegnanti, si rendono conto di come gli ostacoli che essi incontrano nel processo di apprendimento li porti spesso a essere demotivati, disinteressati e, talvolta, ad evitare il più possibile i compiti scolastici, per non avere frustrazioni e non rischiare l’insuccesso. Nei casi più estremi il bambino può arrivare a rifiutare del tutto la scuola (fobia scolare). Questo malessere del bambino o ragazzino, arriva talvolta a “contagiare” gli adulti che lo affiancano nel processo di apprendimento, in particolare i genitori. Essi sono infatti emotivamente coinvolti nelle fatiche del figlio, e affrontano con lui anche gli aspetti pratici e organizzativi associati a queste fatiche, soprattutto nel momento pomeridiano dei compiti.

Leggi tutto

Il Questionario per il Benessere Scolastico (QBS)

Invitiamo i genitori a partecipare al Questionario per il Benessere Scolastico (QBS) costruito proprio per valutare, in modo ampio, il livello di benessere associato alla scuola e alle figure e attività legate ad essa, prendendo in considerazione alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado (scuola media).

Il Questionario è uno strumento costruito in tre versioni, una per bambini e ragazzi, una per genitori e una per insegnanti.

Al momento è in corso la raccolta on line delle risposte di genitori che hanno figli con o senza difficoltà d’apprendimento. Le informazioni raccolte sono anonime, e verranno utilizzate per perfezionare e validare il questionario. Vi chiediamo di dedicare 10 minuti del vostro tempo a questa ricerca, compilando il questionario a questo link:

https://www.surveymonkey.com/s/QBSgenitori

 

 



 


Associazione GenitoriChe - Onlus  
Via Pierpaolo Pasolini 24 - 00065 Fiano Romano (Roma)
www.associazionegenitoriche.org
info@associazionegenitoriche.org
CF 974 3444 0158
Se non ti interessa ricevere questa newsletter


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.